mercoledì 17 aprile 2019

Vi Consiglio un Posto: 'A figlia d'ò Marenaro" Napoli



Come ben sapete, sono una grande fan delle tradizioni e dei piatti tipici regionali. Da tempo, nei mie viaggi di lavoro o altro, cerco sempre di consigliarvi posti da non perdere. Questa volta vi parlo di un ristorante e di una storia iniziata ben sessanta anni fa: "'A figlia d'ò Marenaro". 
Luogo storico a via Foria, a due passi dall'orto botanico, dove troviamo la Signora Assunta, titolare ed anima del ristorante, che porta avanti le tradizioni culinarie napoletane, lasciandole intatte, e raccontandole con la sua veracità. 
Affiancata dal figlio Giuseppe, le sue radici affondano in un grande pentolone di brodo di polpo, che con gli anni, hanno  perfezionato al meglio. Io oggi ho avuto l'occasione di vederlo preparare e anche di assaggiarlo, una cosa davvero squisita. "Pulizia, qualità e tanto cuore" questo è il motto che sentirete spesso "cantare" dalla signora Assunta e dal suo staff. In queste tre parole cerca di descivere al meglio il suo essere. E' un luogo in continua evoluzione, la ricerca della materia prima è sempre costante e la qualità del pesce e indiscussa. La sua grande vetrina viene riempita anche più volte al giorno con pesce freschissimo. 

martedì 2 aprile 2019

Crepes Dolci



La colazione della domenica mattina, per me è sacra. Da sola o in compagnia, amo godermela con calma e serenità.
La mia routine è sempre la stessa: mi alzo senza sveglia, metto su la macchinetta del caffè, apro le finestre, accendo spotify, lascio cantare Fabio Contato, e inizio a sbattere le uova. Non posso fare a meno dei pancakes, li adoro con i mirtilli e il succo d'acero, ma questa volta ho preparato le crepes. Mi ricordano tanto la mia infanzia. Casa di nonna era al centro della città vicino a l'unico bar, che preparava le crepes con la nutella e, quando il mio fisico ancora me lo permetteva, ne mangiavo una al giorno per merenda. Ripiene di cioccolata, o di mele e cannella, le crepes mi hanno fatto sempre impazzire. Questa volta a ,36 anni quasi, me le posso mangiare solo di mattina per colazione, ahimè.
Che dirvi, godiamocele finché possiamo. Io vi metto la ricetta per farle in casa, per il ripieno, fate voi. Non vi dimenticate lo zucchero a velo e la cannella, per me sono due ingredienti sacri.

mercoledì 20 marzo 2019

Cheesecake Salata con Ricotta e Basilico

Oggi vi racconto una storia molto carina. L'altro giorno stavo ripensando alle cose che mi sono accadute in questi ultimi anni, di come i "sogni", chiamiamoli così, poi a volte, diventano realtà. Circa dieci anni fa, la strada che ore giunge a casa mia, non era transitabile a tutti, ma solo ai residenti. Ma il locale che frequentavo era proprio li e al vigile di turn, pur di farmi passare,  ripetevo sempre la stessa storiella: "risiedo in via Pinco Pallo 2" , indovinate dove abito da circa due anni?.
 Ho sempre desiderato un figlio (molto improbabile) o un fidanzato di nome  "Andrea" , queste sei lettere mi trasmettevano pace e serenità, e tac, il mio ex indovinate come si chiamava?.
Non è finita qui, ho sempre voluto un locale tutto mio, dove la  gente potesse star bene e mangiare di qualità , infatti spesso passavo il tempo da mia zia e l'aiutavo nel suo bistrot, e mi piaceva troppo, oggi dopo tanti anni ho Public. 
Un'altro dei mie desideri, era poter fare la cheesecake più buona di quella della mia amica, ebbene si anche in questo ho vinto. Ormai credo che l’abbiate capito perfettamente che io adoro mangiare e fare le Cheesecake. Però, questa volta ho voluto preparare una ricetta diversa. Ovvero, ho creato una cheesecake salata con tutti gli ingredienti che più amo: basilico, pomodoro, rosmarino e ricotta di bufala. Non voglio raccontarvi di più, mettiamoci all'opera. Questo è per dirvi, che quando desideriamo una cosa così fortemente, forse si avvera sul serio,  basta che non vi dimenticate di credere sempre in voi stessi.


mercoledì 6 marzo 2019

Polpette con il Ragù








Ci saranno mille ricette on line sulle polpette, ma alla fine ognuno le prepara come meglio crede. Se dobbiamo rispettare la tradizione, le polpette al ragù in molte parti della Campania, vengono prima fritte e poi cucinate nel sugo. Io da sempre non le friggo. Mamma le faceva cosi e io le ripropongo come lei me le ha insegnate. C'è da dire che questa ricetta si differenzia dalla classica polpetta napoletana, perchè quest'ultima oltre ad essere rigorosamente  fritta, viene amalgamata con pinoli e l'uvetta. Questa invece ha il classico impasto con uova, pane raffermo, parmigiano, sale e pepe. Infine tanto basilico fresco, ma dato che io sono una buongustaia spesso prima di servirle, grattugio su del parmigiano. Inutile dirvi che qui la scarpetta è d'obbligo. Mi ricordo che quando abitavo con i miei, la domenica mi svegliavo con l'odore della salsa e adoravo fare colazione con un pezzo di pane con il ragù e una polpetta, con le grida di mia madre chiaramente. 
Oggi le ho preparate per voi e per tutti i miei amici di Public. 
Per questo piatto ho utilizzato la passata Barilla che ho trovato nella mia Degustabox del mese. Se anche voi volete riceverla ad un prezzo conveniente vi lascio il mio codice sconto L18IE.






domenica 24 febbraio 2019

Polpette di Carne Ripiene di Formaggio



lo so cari amici, questa ricetta l'aspettavate giovedì, come promesso. Ma purtroppo è stata una giornata da dimenticare, tra il caos del locale e interventi idraulici a casa, non sono riuscita a scriverla. Vabbè ma come si dice: "meglio tardi che mai", no?
Cosi stamattina ho pensato di dedicarmi a voi. Oggi c'è un tempo davvero strano, ieri sembrava quasi primavera, invece  oggi sta quasi per fioccare, ed essendo al sud, fa molto freddo.
Il tempo perfetto per rimanere a casa e lavorare al pc. Comunque basta chiacchiere, pensiamo alla ricetta.
Le polpette, come il ragù e tanti altri piatti della tradizione campana, non possono mancare nel mio ricettario. Ma questa volta ho voluto osare, preparando polpette totalmente diverse. 
Sicuramente le ho fritte, ma potete anche fare la versione più light in forno. 
Sono molto morbide e gustose, con un cuore davvero speciale. Ripiene di feta e menta.
Potete accompagnare le polpette con una maionese home made aromatizzata alla curcuma oppure una tzatziki.
Sono perfette anche per un brunch o un aperitivo, una tira l'altra.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari