lunedì 24 febbraio 2020

Bugie di Carnevale Ripiene di Confettura di Mele.






Che si chiamino chiacchiere, frappe o bugie, l'importante è che ci siano sulle nostre tavole durante il Carnevale.
Questo è un dolce molto antico, sono delle sfoglie friabili e fritte cosparse di zucchero  a velo amate da grandi e piccini. Famose in tutto lo stivale, vengono denominate  in diversi modi e vengono anche preparate con farciture diverse.
Le bugie ripiene sono una delle varianti più apprezzate dal pubblico dei golosi.
Il procedimento per realizzarle resta lo stesso, ma una volta steso l’impasto, va farcito come se si trattasse di ravioli, chiuso per bene e solo successivamente fritto.
Io, grande fan delle mele, le ho volute preparare in modo diverso quest'anno. Ho creato un cuore dolce di mele annurche, ma potete tranquillamente utilizzare qualsiasi confettura a piacere o addirittura la Nutella. 
Le bugie si conservano in contenitori ermetici, meglio se di vetro o di latta, per circa 5 giorni.
Le prepariamo insieme?


venerdì 7 febbraio 2020

Sfogliatella Frolla Napoletana




Svegliarsi presto la mattina per andare in un laboratorio a Napoli e scoprire la ricetta classica delle sfogliatelle, non capita tutti i giorni. Infatti, la settimana scorsa, dopo una semplice richiesta attraverso le stories di Instagram del mio account @ornyfattoincasaepiubuono: " Chi mi invia la ricetta originale napoletana delle sfogliatelle?", gli amici di Cuori di Sfogliatella di via Toledo, mi hanno invitata nel loro laboratorio. Qui, con l’aiuto del pasticcere Marco, ho provato a fare questo dolce tanto amato,  al sud quanto al nord.
Iniziamo col dire che questo dolce è nato in un convento e cresciuto proprio a via Toledo.  La leggenda narra che una suora, addetta alla cucina, le avanzò un po’ di semola nel latte. Così ebbe l'idea di aggiungere all'interno frutta secca, limoncello e zucchero e di avvolgere il tutto tra due sfoglie ammorbidite con lo strutto. Questo dolce venne subito commercializzato fino al  1818. Dopodiché, Pasquale Pintauro, entrò in possesso della ricetta. L'osteria che aveva in via Toledo si trasformò subito in pasticceria, tutt'ora esistente, apportando alla ricetta delle modifiche. Dalla forma con cappuccio creata dalle monache, diventò poi una vera conchiglia. Oggi esistono due versioni: la riccia e la frolla. Quest'ultima per me è davvero speciale e la desidero spesso. Adesso, posso dire di saperle fare anche io. Di seguito, vi lascio la ricetta per farle in casa ai vostri cari. Non è difficile, perciò mettevi all'opera.


martedì 28 gennaio 2020

Vi Consiglio un Posto: Staj Napoli




Spesso mi chiedete di consigliarvi un posto diverso dal solito, dove poter gustare una cucina diversa, dai sapori speciali, che sia lontano dalla nostra amata cucina Italiana.
Ecco, oggi vi parlo di Staj. Il primo noodlebar di Napoli.
Lo chef Lucio Paciello e l'imprenditore Rosario del Priore, insieme hanno dato vita ad un posto davvero piacevole. Il piccolo locale si trova a via Bisignano, nel pieno centro dei baretti di Chiaia, zona San Pasquale. 
Lo chef Lucio, è un vero esperto, qui ritroviamo una cucina vera con prodotti fatti in casa, come i noodles, che lui salta in wok con carne, pesce o verdure per gli amici vegetariani.
Da non sottovalutare i dumpling, classici ravioli, i bao, panini cotti al vapore anche questi preparati con le sue mani, ripieni di maiale e tanto altro. Sono davvero unici e li troverete anche in versione dessert. 

mercoledì 22 gennaio 2020

Plumcake Salato con Cavolo Toscano



Oggi è il ventiduesimo giorno del nuovo anno, e se devo dirvi che è cambiato qualcosa, o io sono cambiata allo scocco della mezzanotte del 31 dicembre 2019, vi dico: " non credo propio".
Però se c'è qualcosa che deve essere cambiata, la cambierò, senza crogiolarmi. 
Due anni fa, in questa data, ho conosciuto una persona che mi ha fatto cambiare. Lui mi ha fatto conoscere e vedere le tante sfaccettature che vengono racchiuse nella parola che tutti quanti amiamo, ma nello stesso tempo temiamo: "Amore".
Eh si, due anni fa, a quest'ora, ero proprio felice, anzi no, meglio dire: "vivevo piccoli attimi di felicità".
A volte penso che le favole, esistono per farci felici nel surreale. La realtà è ben diversa dal principe azzurro che ti viene a salvare. Spesso, nella vita vera, è proprio il principe che ti da in pasto ai lupi. Non sempre, ma ... spesso.
Ecco forse posso dire che dopo il 2018, la mia vita è cambiata. E' stato un anno intenso e ricco di tante novità, sentimenti. Il 2019 l'anno della rinascita, quello che ti serve per rimetterti all'impiedi, dopo un anno difficile, e il 2020? Come sarà questo nuovo anno? e,  come sarò io?
Non so davvero nulla, l'unica cosa certa e che cucinerò ancora, sempre, per me ma soprattutto per voi.
Buona ricetta e scusate le chiacchiere. 


giovedì 9 gennaio 2020

Crostatine con Crumble di Mele


Per ricominciare al meglio questo nuovo anno insieme, dovevo farlo con una ricetta che amo tanto, una di quelle ricette che si devono provare almeno una volta nella vita, perché buonissima: "Crostatine con Crumble di Mele". Il profumo delle mele cotte alla cannella e lo zucchero che si caramellizza, è una vera goduria, il perfetto anti stress per affrontare un nuova avventura.
Chi mi conosce ormai lo sa bene che vado matta per i dolci con le mele, infatti troverete tante gustosissime ricette nell'indice.
Ma bando alle ciance, tra una lista dei nuovi e buoni propositi, e quella dei vecchi da eliminare definitivamente, preparo questo dolce favoloso.
E' un dolce perfetto anche  per il fine pasto, e potete arricchirlo con del gelato alla vaniglia.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari