giovedì 21 luglio 2016

Insalatina di Gamberi con Frutti di Bosco e Misticanza





"Una ricetta raffinata degna di una tavola di Palazzo. I Borbone, nella loro Reggia, avrebbero sicuramente gradito, ed anche i Savoia nel sontuoso Castello di Agliè, attorno al quale si estendono i vigneti dell’Erbaluce, dalle cui uve dorate deriva il pregiato Dry Ice." Ecco cosa ne pensano della mia ricetta tutta estiva preparata in abbinamento a questo fantastico vino piemontese.
Sono pochi gli ingredienti che compongono la ricetta, ma accostati e presentati in modo insolito, danno vita ad un piatto che può essere servito come inedito aperitivo o invitante antipasto.
Non scoraggiatevi, la ricetta è semplicissima, il gusto davvero unico. Lascerete a bocca aperta i vostri ospiti. 

In un incantevole angolo del territorio canavesano la famiglia Silva, da tre generazioni, si dedica alla coltivazione delle sue splendide vigne: 12 ettari vitati dislocati su antiche colline di origine morenica, in una splendida posizione assolata e riparata dal vento, ideale per la buona maturazione dell’uva. La natura che circonda l’azienda è quella che ispirò alcune tra le più apprezzate liriche del poeta crepuscolare Guido Gozzano, il quale era solito trascorrere l’estate a “Villa Il Meleto” ad Agliè, non lontano dalla tenuta dei Silva, e proprio in memoria del romantico poeta è dedicato uno dei gioielli della produzione della cantina, l’Erbaluce di Caluso Passito Docg “Poetica”. Il paesaggio del luogo è talmente bello che persino la Casa Reale dei Savoia lo ritenne degno di ospitare una delle sue sontuose residenze di campagna, l’elegante Castello Ducale di Agliè. Gli eccellenti vini di Silva fanno onore alla nobiltà di questi terreni: tra le etichette proposte si distinguono quelle dedicate al vitigno autoctono Erbaluce di Caluso, come il pregiato bianco “Dry Ice” Docg dai tipici sentori minerali e lo spumante metodo classico 36 mesi Docg, dal bouquet elegante e raffinato. Notevole anche il Canavese Nebbiolo Doc, un rosso pieno ed armonico di ottima persistenza al palato. Produttore presente nella prestigiosa guida Vini d'Italia 2016 Gambero Rosso.



giovedì 14 luglio 2016

Sugo Semplice alla Cilentana





Qua lo dico e qua lo nego: " alcuni piatti, alcune ricette, lasciano più emozioni di una persona". Oggi incontriamo nel "cammin di nostra vita" persone molto povere dentro, che cosa brutta da dire e anche solo da pensare. Poi mangi un piatto di pasta semplice e ti lascia impresso dentro tante emozioni. Per esempio il pomodoro, il basilico e l'olio insieme creano una sinergia perfetta, già nel profumo durate la cottura, pensate poi cosa riescono a trasmettere se uniti alla pasta. La Dieta del Cilento ci insegna proprio questo, a mangiare sano e in modo corretto non eliminando la pasta,  ma consumando carboidrati con moderazione. Non bisogna eliminarli perché costituiscono la principale fonte di energia per l’organismo ma allo stesso tempo non occorre abusarne per non trasformarli in grassi; inoltre il pomodoro è ricco di Vitamina A, Potassio, Fosforo, Vitamina C e caroteni come il licopene. Ha proprietà protettive del sistema cardiovascolare e spiccata azione preventiva sul tumore alla prostata. L’azione antitumorale del licopene, contenuto nel pomodoro, è potenziata soprattutto dalla cottura in olio extra vergine d’oliva  (EVO) come nella salsa di pomodoro.
La ricetta di oggi rispetta esattamente ciò che ci insegna la Dieta del Cilento: un sugo semplice, genuino, buono e ma soprattutto ricco di sapori, ricordi e tradizioni. In Cilento non fanno il classico ragù come a Napoli, ore ed ore sul fuoco e ricco di carne, qui utilizzano la passata di pomodoro fatta rigorosamente in casa, l'aglio, la cipolla e il basilico fresco del proprio orto. Lasciano cuocere questo sugo per almeno un'ora e poi condiscono la pasta e rifinisco il piatto col cacioricotta cilentano. Oggi vi racconto come preparalo grazie agli insegnamenti di Carmela Baglivi, cuoca di Genuini Cilento.
Lei è la perfetta massaia di casa che non si scoraggia mai davanti ai fornelli anche se il tempo è poco!
Siete pronti? Vi farò provare un sugo speciale ...

venerdì 8 luglio 2016

Blog Tour Cilento 2016: Genuini Cilento






Spesso la gente mi chiede cos'è per me il Cilento, perchè ogni anno invece di farmi una vacanza all'estero, vado sempre li, stessa spiaggia stesso mare. La risposta non è molto semplice da dare, ci sono cose che non si riescono mai a descrivere perfettamente, devi viverle, le parole a volte non sempre aiutano. Il Cilento per me è l'estate, la salsedine sulla pelle, l'odore dei carrubi, il profumo del mare, l'amore.
Il Cilento è una terra ricca che trasuda di tradizioni e storia, per me è così speciale che ogni volta che "approdo" mi insegna sempre cose nuove e mi lascia impresse delle emozioni cosi forti sia nella mente che nel cuore.

giovedì 7 luglio 2016

Arte, alta cucina e San Gennaro per dare il benvenuto a Natavot di KBirr





NAPOLI – Martedì 5 luglio nelle scuderie di Palazzo Sansevero, nell’antro-atelier dell’artista Lello Esposito, in piazza San Domenico Maggiore, è stata presentata Natavot, la bionda di KBirr la prima birra napoletana fatta con metodo artigianale, non filtrata e non pastorizzata. La scelta del luogo non è casuale: il ventre della città, le scuderie del Palazzo del principe di Sansevero che oggi sono la fucina creativa dell’artista Lello Esposito, spazio emblematico e denso di suggestioni. Non poteva esserci luogo migliore per il battesimo di Natavot, la bionda artigianale nata dalla passione di un napoletano, che in etichetta porta l’immagine stilizzata di San Gennaro e che nel nome rimanda al miracolo che si rinnova ogni anno, un'altra volta (natavot). Tra enormi tele, gigantesche sculture di San Gennaro ed altre opere, la degustazione di Natavot viene accompagnata dagli assaggi napoletani degli chef stellati Marianna Vitale di Sud Ristorante e Lino Scarallo Palazzo Petrucci. 

domenica 3 luglio 2016

Crostata Ripiena di Ciliege e Frutti di Bosco, Berries Pie






Che dire, se un'azienda come Vallè ti chiama per partecipare ad un contest e sfidare altre brave blogger a colpi di fornelli, non puoi non rispondere: "Presente".  Questo concorso a suon di ricette, ha come ingrediente speciale la nuovissima Vallè&Burro,  il condimento ideale per scatenare la nostra creatività in cucina, offrendoci gusto e leggerezza in tutte le ricette, che siano dolci o salate. E’ senza olio di palma e comodo da usare, perché è sempre morbido, pronto all’uso nel momento del bisogno, con il 58% di grassi saturi in meno rispetto ai burri, privo di coloranti. Beh Non potevo non utilizzarlo per la mia ricetta dolce davvero speciale: "Crostata di ciliege e frutti di bosco con meringhe e gelato".
Cosi per tutta questa settimana, potrete trovare la mia ricetta sul sito di Vallè Dolce Salato, leggerla e votarla.
E voi come siete: "più dolci o più salati?

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari