lunedì 6 ottobre 2014

La prima ricetta non si scorda mai: Acqua Sale Cilentana Rivisitata








Non so se vi ricordate, ma un anno fa tutto ebbe inizio con questa ricetta "Acquasale Acciarolese". La prima volta che l'ho mangiata risale a molti anni fa, da allora è diventato uno dei miei piatti preferiti dell'estate.
È trascorso un anno da questa ricetta, sabato abbiamo festeggiato il primo compleanno, sono cambiate molte cose, la grafica, le foto,  i piatti e anche un pò la mia vita... In meglio, s'intende! 
Oggi ve la riscrivo in modo diverso, con una variante tutta nuova e piena di gusto, una ricetta ancora attuale grazie alle belle giornate che ci sta regalando questo caldo autunno.
 “Acquasale” è l’ appellativo  con cui viene chiamato uno dei piatti tradizionali del Cilento, veloce e fatto con pochi ingredienti. E’ uno dei piatti poveri che la terra offriva con sapori naturali e genuini. Infatti veniva preparato con pane vecchio di 10 giorni circa, condito con dell’olio d’oliva. Col tempo la preparazione di questo piatto è molto cambiata, infatti sono stati aggiunti alla ricetta tradizionale molti ingredienti che fanno parte della dieta mediterranea, come pomodori, basilico, cipolle etc.
L’acquasale viene preparata soprattutto d’estate, visto che, proprio in questo periodo, si trovano i pomodori migliori. 
Per preparare questo piatto al meglio ho utilizzato a crudo l'olio 46 Parallelo di Oliveo.it. E' un olio extravergine d'oliva che nasce nel Nord Italia, è prodotto solo con olive autoctone e raccolte precocemente per aumentare il contenuto di polifeni, che fa aumentare il valore biologico. Ha un sapore armonico di mandorlo e carciofo, è adatto per condire a crudo, in quanto non copre i sapori ma li esalta, ideale sia  per le zuppe e le verdure, sia  per la carne.
Consumare l'olio evo fa molto bene al nostro organismo e basta introdurlo nella nostra dieta, fino a 4 cucchiai al giorno, inoltre è un anti infiammatorio naturale, simile all'ibuprofene.



Ingredienti per 4 persone:

  • 8 biscotti di grano duro cielntano
  • 500 gr. di pomodori datterini
  • 100 gr. di olive nere
  • 70 gr. di sotto sale
  • 4/5 cucchiai di olio evo 46° Parallelo 
  • basilico q.b.
  • 2 melanzane medie arrostite
  • 70 gr. di provolone piccante
  • 100 gr. di fette di prosciutto crudo di parma
  • 100 gr. di rucola
  • cipolla o aglio a piacere


Per la preparazione mettiamo in una zuppiera i pomodori tagliati a spicchi (è consigliato utilizzare la qualità ciliegino o datterino), le olive nere snocciolate, i capperi sciacquati sotto acqua corrente, il basilico, il provolone piccante tagliato a dadini, i cucchiai d'olio e giriamo il tutto.
Aggiungiamo alla fine il sale, due dita d'acqua e se vi piace aglio o cipolla.
Facciamo  riposare per circa mezz'ora gli ingredienti nel frigo, per farli insaporire.
Bagnamo il pane biscotatto di grano duro tagliato a cubetti con l’acqua insaporita con gli ingredienti e giriamo il tutto con le mani proprio come richiede la tradizione.
Posizioniamo sul fondo del piatto la rucola (se vogliamo possiamo condirla con sale e olio) e ci adagiamo su il nostro pane condito e finiamo il piatto con le fette di crudo, di melanzane grigliate e basilico fresco.

N.B. Questa è la ricetta rivisitata, che spesso preparo d'estate. Oggi l’acquasale viene preparata non più col pane raffermo ma con pane “biscottato”, prodotto tipico della zona e reperibile in qualsiasi bottega del Cilento. Ve ne sono diverse varietà, sia di grano duro che integrale.

Buon Appetito
   Ornella

Foto e Ricetta di Ornella Buzzone


















F T P I G

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Post più popolari